Lo Studio Giansalvo ed il Comitato Mutui Sulle Macerie insieme per aiutare le zone terremotate.
Tribunale di Taranto del 31 gennaio 2017 numero 360: la commissione di massimo scoperto si include nel calcolo del TEG perché una legge secondaria (Decreti Ministeriali sulla rilevazione del TAEG) è in contrasto con l'articolo 644 codice penale.
Due miliardi di euro di liti pendenti con i clienti per questioni legate all'anatocismo e ai derivati
Usura pattizia: Tribunale di Bari sentenza numero 5732/2016 del 31 ottobre 2016. Modalità di calcolo del TAEG con mora ed estinzione anticipata.
Usura contrattuale sul mutuo: Tribunale di Chieti.
Sospesa esecuzione immobiliare per usura su mutuo originaria.
Usura sul mutuo pattizia: inclusa la Mora nel calcolo del TAEG con modalità di calcolo espressa dal Giudice
Usura pattuizia: inclusione della CMS nel calcolo
Danni da illegittima segnalazione a sofferenza
Mutuo a consolidamento nullo per il Tribunale di Bergamo
Anatocismo e rimesse solutorie sul Tribunale di Milano
Mutui a tasso variabile, accolti gli impegni di Unipol per le clausole floor ed Euribor negativo
Il mutuatario era a credito alla data del precetto per cui la banca non poteva agire.
Bari, accolta parzialmente l'istanza della curatela per 157 operazioni in derivati sottoscritte fra il 1998 e il 2005. La società fallì nel 2011
TAEG del contratto di finanziamento indeterminato

Sovraindebitamento

C’è una soluzione che pochi conoscono per liberarsi definitivamente dai debiti, la L. 3/12. Questa Legge ha già permesso a persone in difficoltà di uscire dalla crisi.

sovraindebitamentoRESET è la società controllata dallo Studio Giansalvo interamente dedicata al Sovraindebitamento.

L’esperienza decennale del Dott. Roberto Giansalvo e del suo Staff sono i pilastri su cui si fonda RESET insieme alla consulenza dello Studio Legale Zunarelli, affermato e primario Studio legale associato, tanto in Italia quanto all’estero.

RESET si pone al servizio diretto tanto dell’utente sovraindebitato, quanto del Professionista, offrendo procedure collaudate e servizi di altissimo livello.

Cos’è il Sovraindebitamento?

Un soggetto può essere considerato sovraindebitato quando il suo reddito, nonostante una riduzione del tenore di vita, non è sufficiente per far fronte, per un periodo di tempo sufficientemente lungo, ai debiti contratti, quando le entrate sono inferiori alle uscite ed al patrimonio prontamente liquidabile.

In altre parole per Sovraindebitamento si intende una situazione, non momentanea, di squilibrio finanziario: le entrate non sono sufficienti a far fronte alle spese e ai debiti contratti in precedenza.

IN ITALIA 1 FAMIGLIA SU 10 È SOVRAINDEBITATA

È possibile uscire dal Sovraindebitamento?

ASSOLUTAMENTE SI.

Dal 2012 anche l’Italia, come da anni anche altri paesi europei, si è dotata di una Legge sul Sovraindebitamento, comunque chiamata anche Legge Salva Suicidi proprio per la sua forte vocazione di aiuto sociale ad un problema sempre più sentito dalla popolazione Italiana.

Quali sono i soggetti che possono accedere alla Legge 3/2012 sul Sovraindebitamento?

I soggetti che possono accedere ai benefici offerti dalla L. 3-12 sono:

  • I consumatori: tutti coloro che hanno assunto debiti per fini estranei ad una attività imprenditoriale o professionale
  • I piccoli imprenditori: vale a dire l’impresa che ha un fatturato degli ultimi tre anni inferiore a 300.000,00 euro, che ha un patrimonio inferiore a 200.000,00 euro e che ha un debito inferiore a 500.000,00 euro
  • Le seguenti altre categorie: artigiani, liberi professionisti, imprese agricole, start up innovative, onlus

Benefici immediati, subito, già alla presentazione della domanda

Grazie alla Legge 3-2012 è possibile godere di alcuni benefici DA SUBITO, già alla presentazione della domanda presso il Tribunale:

  • Pianificare, posticipare, rateizzare, ridurre o annullare i debiti
  • Sospendere le procedure esecutive anche già azionate
  • Inibire azioni esecutive che stanno per aggredire il tuo patrimonio
  • Sospendere il pagamento dei mutui

I benefici che si possono avere alla fine della procedura sono:

  • Liberarsi dai debiti (esdebitazione)
  • Una nuova possibilità di accesso al credito dopo la cancellazione dalle centrali rischi e crif

Quali sono le 3 soluzioni per uscire dal Sovraindebitamento previste dalla Legge 3/2012?

La Legge 3/2012 consente, ai soggetti in possesso dei requisiti, di poter beneficiare di 3 soluzioni per la ristrutturazione della propria situazione debitoria.

  1. Il piano del consumatore: piano di ristrutturazione dei debiti, proposto dal debitore, che prevede la soddisfazione dei creditori senza l’accordo con i creditori. In caso di omologa del Piano del Consumatore, da parte del Giudice, i creditori (Equitalia, Banche, Assicurazioni e Finanziarie) non possono opporsi.
  2. L’accordo con i creditori: piano di ristrutturazione dei debiti che mira, attraverso un accordo, alla soddisfazione dei creditori
  3. Liquidazione del patrimonio: procedura alla quale si accede in caso di mancato successo delle prime due procedure o in caso di volontà del debitore dei voler liquidare tutto il suo patrimonio per soddisfare i propri creditori Tutte e tre le procedure mirano alla gestione ottimale dei debiti, a pagare soltanto quello che si può ragionevolmente pagare con l’obiettivo di cancellare tutti i debiti che non possono essere sostenuti.

Esistono sentenze positive?

Certamente!

Nonostante la legge sia del 2012 soltanto recentemente i Tribunali la stanno applicando aiutando, concretamente, molti soggetti ad uscire dalla morsa dei debiti.

Sul sito RESET è possibile consultare molti articoli riguardanti casi concreti di consumatori o imprenditori che hanno beneficiato della Legge 3/2012 sul Sovraindebitamento.

Di seguito sono riepilogati gli articoli di maggiore interesse ma l’elenco completo può essere consultato cliccando qui: https://www.resetsovraindebitamento.it/blog.

Il ruolo di RESET

RESET, grazie all’esperienza dello Studio Giansalvo e alla consulenza legale dello Studio Legale Zunarelli, è in grado di redigere in tempi rapidi e ai prezzi più bassi del mercato una analisi di fattibilità che permette di avere un quadro chiaro ed esaustivo della propria situazione debitoria e delle possibilità concrete di poter accedere alla Legge 3/2012.

I servizi offerti da RESET ai professionisti

Oltre ad operare direttamente con il cliente finale RESET mette a disposizione dei professionisti, che vogliono redigere un piano per i propri clienti, la propria esperienza.

RESET in tal caso provvederà a redigere il piano sulla base delle informazioni trasmesse dal professionista e lo consegnerà allo stesso fornendo ogni informazione necessaria al suo proficuo utilizzo.

Di seguito sono riepilogati gli articoli di approfondimento di maggiore interesse dedicati ai professionisti. Puoi consultare l'elenco completo sulla nostra pagina LinkedIn e sul nostro blog: https://www.resetsovraindebitamento.it/blog.

Come puoi collaborare con RESET

CONTATTA LO STUDIO AI NUMERI 0872 724312 OPPURE ALL'INDIRIZZO boss@studiogiansalvo.it PER AVERE INFORMAZIONI
RICEVIAMO, QUALORA CE NE FOSSE LA NECESSITA', IN DIVERSE SEDI SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE