Lo Studio Giansalvo ed il Comitato Mutui Sulle Macerie insieme per aiutare le zone terremotate.
Due miliardi di euro di liti pendenti con i clienti per questioni legate all'anatocismo e ai derivati
Mutui a tasso variabile, accolti gli impegni di Unipol per le clausole floor ed Euribor negativo
Bari, accolta parzialmente l'istanza della curatela per 157 operazioni in derivati sottoscritte fra il 1998 e il 2005. La società fallì nel 2011.
Dopo 3 anni la UE rende pubblica la decisione del 4/12/13 che potrebbe costare 16 miliardi di euro alle banche italiane
Stop all’anatocismo: gli interessi dovuti solo se moratori
Rinviati a giudizio vertici bancari per usura bancaria
Sospensione dei Termini del 29/2/16
Sospensione dei Termini del 05/03/16
Perdita di 770 milioni di euro per il terzo trimestre 2015 di Veneto Banca
Approvazione del decreto attuativo della Direttiva Europea
Tribunale di Pescara. Coniugi ottengono un rimborso sul mutuo fondiario in usura pattizia.
Bloccata esecuzione immobiliare per l'applicazione della legge sul sovra-indebitamento.
Regalo di natale ottenuto con la denuncia di applicazione di interessi usurari.
Rinviata a giudizio la BCC Picena Aprutina per fatti di usura

Cassazione Civile - Sezione VI - 6 marzo 2017 - numero 5598

L'articolo 1 della Legge 108 del 1996 si applica sia agli interessi corrispettivi che agli interessi moratori.

In tema di usura sui mutui, importantissima ordinanza della Cassazione, Sezione VI, n. 5598 del 6 marzo 2017 che stabilisce due principi chiave bistrattati da alcuni Giudici di merito.

L'articolo 1 della Legge 108/96, che prevede la fissazione di un tasso soglia sopra il quale gli interessi si intendono usurari, si riferisce sia agli interessi convenzionali che moratori.
La conclusione che si trae da questo primo principio è che a nulla valgono le maggiorazioni degli interessi di mora stabilite dalle circolari della Banca d'Italia.

Un ulteriore principio che si desume dalla lettura della Cassazione riguarda l'illegittimità della sola pattuizione degli interessi usurari. A nulla valgono pertanto, le varie fantomatiche interpretazioni di alcuni Giudici (Milano, Padova, Torino) che pretendono l'usura in concreto.
L'usura è un reato di pericolo e la semplice promessa è punibile. Non rileva l'applicazione in concreto.

Fino a quando i Giudici di merito vorranno arginare i principi delle Cassazioni?

CONTATTA LO STUDIO AI NUMERI 0872 724312 OPPURE ALL'INDIRIZZO roberto@studiogiansalvo.it PER AVERE INFORMAZIONI
RICEVIAMO IN DIVERSE SEDI SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE: LANCIANO (CH), TRIESTE E BERGAMO.