Lo Studio Giansalvo ed il Comitato Mutui Sulle Macerie insieme per aiutare le zone terremotate.
Due miliardi di euro di liti pendenti con i clienti per questioni legate all'anatocismo e ai derivati
Mutui a tasso variabile, accolti gli impegni di Unipol per le clausole floor ed Euribor negativo
Bari, accolta parzialmente l'istanza della curatela per 157 operazioni in derivati sottoscritte fra il 1998 e il 2005. La società fallì nel 2011.
Dopo 3 anni la UE rende pubblica la decisione del 4/12/13 che potrebbe costare 16 miliardi di euro alle banche italiane
Stop all’anatocismo: gli interessi dovuti solo se moratori
Rinviati a giudizio vertici bancari per usura bancaria
Sospensione dei Termini del 29/2/16
Sospensione dei Termini del 05/03/16
Perdita di 770 milioni di euro per il terzo trimestre 2015 di Veneto Banca
Approvazione del decreto attuativo della Direttiva Europea
Tribunale di Pescara. Coniugi ottengono un rimborso sul mutuo fondiario in usura pattizia.
Bloccata esecuzione immobiliare per l'applicazione della legge sul sovra-indebitamento.
Regalo di natale ottenuto con la denuncia di applicazione di interessi usurari.
Rinviata a giudizio la BCC Picena Aprutina per fatti di usura

In questi giorni stiamo riscontrando problemi con il nostro operatore telefonico. Qualora il numero telefonico 0872 724312 fosse irraggiungibile, è possibile utilizzare il numero alternativo 334 1904504. Ci scusiamo per l'inconveniente.

Sovraindebitamento bancario: come uscire dalla crisi.

Utilizzare lo strumento del sovraindebitamento per cancellare i debiti con le banche e le finanziarie.

Il sovraindebitamento è lo stato di perdurante squilibrio tra le obbligazioni assunte ed il patrimonio prontamente liquidabile.
In parole povere se gli impegni economici che hai contratto sono superiori al tuo patrimonio oppure se le rate dei debiti contratti è superiore alle tue entrate sei un soggetto sovraindebitato. Qualora non riesci ad arrivare a fine mese perché hai troppi debiti molto probabilmente sei sovraindebitato.

I debiti contratti possono essere di tre tipi: con lo stato e con gli entri riscossori (equitalia) per tasse e contributi non pagati o magari rateizzati, i debiti con i fornitori e i debiti con le banche.
I debiti con il sistema bancario sono, nella maggior parte dei casi, quelli di importo più elevato e quelli più complicati da risolvere visto l’aggressività delle banche nel riscuotere i propri crediti.

Con la introduzione della Legge 3 del 2012 sono stata introdotte nuove possibilità per abbattere i debiti che hai contratto: anche i debiti con le banche.
Che tu sia un privato o una azienda non fallibile (azienda con fatturati minimi, azienda agricola o una start up innovativa), puoi utilizzare lo strumento della Legge 3 del 2012, detta anche Legge salva suicidi per poter abbattere notevolmente i debiti contratti e iniziare una nuova vita (fresh start).

Per potere risolvere i tuoi problemi la Legge 3 del 2012 mette a disposizione tre procedure: il piano del debitore, l’accordo di ristrutturazione e la soluzione liquidatoria.
Sono tutte e tre procedure che sono assimilabili alle procedure concorsuali, tant'è che si parla di fallimento della persona fisica. Sono tutte procedure che sono attivabili solo dal soggetto richiedente e non dal terzo creditore, come avviene per il fallimento.

In sostanza se i debiti che hai contratto sono troppo alti ed il tuo patrimonio è inferiore ai tuoi debiti puoi, qualora tu sia un soggetto meritevole, pagare solo il debito relativo all’ammontare del tuo patrimonio, non pagando la parte residua e, onorando solo tale debito, cancellare tutti gli altri. Ad esempio se hai un patrimonio stimato in euro 150.000 (una casa di proprietà) e debiti per euro 230.000 (un mutuo bancario e dei finanziamenti), puoi pagare, tramite la procedura di cui alla Legge 3 del 2012, soltanto gli euro 150.000 e pagando solo questi, liberandoti degli ulteriori 80.000 euro, come se li avessi pagati.

Per aderire a questa Legge bisogna innanzitutto capire se sei un soggetto sovraindebitato, tramite una analisi di fattibilità, che va a valutare l’ammontare complessivo dei debiti contratti (con lo stato, con i fornitori e con le banche), valutare le tue entrate ed il tuo patrimonio.
Qualora tu sia un soggetto sovraindebitato puoi accedere alla procedura.
Per fare in modo che la procedura vada a buon fine con buona probabilità, dovrai, tramite professionisti, effettuare un piano, che indichi, in quanto tempo riuscirai ad onorare le obbligazioni assunte, indicando eventuali garanzie.

I vantaggi di questa procedura sono notevoli.
Innanzitutto, qualora la procedura abbia un esito favorevole, potrai cancellare i debiti che non puoi pagare, con un notevole impatto sulle tue finanze e potrai, inoltre, sospendere le eventuali azioni esecutive promosse dalle banche e dagli altri debitori.
Lo Studio Giansalvo, in collaborazione con RESET, si occupa di redigere i piani che vengono allegati ai ricorsi per accedere alla procedura, andando a valutare la situazione di perdurante squilibrio tra obbligazioni assunte e patrimonio prontamente liquidabile e andando a redigere un piano di pagamenti, su indicazione del cliente, da presentare al Tribunale competente, per poter cancellare i tuoi debiti e risanare la tua posizione economica definitivamente.
Non aspettare che la tua situazione peggiori, con la Legge 3 del 2012 puoi risolvere i tuoi problemi finanziari definitivamente.

Aggiungi un commento

Ho letto e accetto l'Informativa Privacy e Cookie.
Autorizzo l’iscrizione alla newsletter dello Studio Giansalvo relativa all’invio di aggiornamenti sul contenzioso bancario e all’invio di email con finalità di marketing non di terze parti.
CONTATTA LO STUDIO AI NUMERI 0872 724312 OPPURE ALL'INDIRIZZO boss@studiogiansalvo.it PER AVERE INFORMAZIONI
RICEVIAMO, QUALORA CE NE FOSSE LA NECESSITA', IN DIVERSE SEDI SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE